Irish 4 The People

le nuvole fra la testa

Ogni dittatura cancella i ricordi. aprile 24, 2010

…accade per gli esordi della Lega Nord, ed accade per la Festa di Liberazione.
E’ a questo che porta l’ignoranza.
Complimenti Italidioti.

Annunci
 

The Glass is on the Table febbraio 28, 2010

si hanno ospiti a cena.

ci sono persone che mettono i bicchieri in tavola, e si dimenticano la bottiglia d’acqua, perchè non bevono mai durante i pasti.

altre mettono le posate in tavola, e si dimenticano le forchette. per pigrizia usano solo il cucchiaio.

altre ancora non mettono i tovaglioli: si puliscono sulla tovaglia da quando erano bambini.

ci sono infine gli ospiti. quelli accomodanti che si adattano a tutto. quelli che vorrebbero due bicchieri, il primo, grande, per l’acqua, e il secondo, piccolo, per il vino. quelli che non trovando la seconda forchetta sono disorientati (figuriamoci la prima). quelli un po’ restii a usare tovaglioli di carta e non di stoffa.

quelli che si riempiono la bocca di consigli non richiesti su come migliorare la presentazione delle pietanze, o i relativi ingredienti.

quelli che criticano tutto, dalla tappezzeria al mobilio alla disposizione delle stanze.

…ho come l’impressione di vivere  una cena infinita.

un ipocrita incontro di egocentrici. divertente, ma  ipocrita. ecco perchè quando gli ospiti se ne vanno, che ormai si è stanchi e sonnolenti, ci si trova di fronte all’inevitabile cruda realtà: bisogna riordinare, affinchè torni tutto come prima. prima della cena. prima degli ospiti.

(e, se ve lo siete chiesti, io faccio parte della categoria che dimentica i tovaglioli)

 

Heels & Tits febbraio 25, 2010

Filed under: Irish sulla Società — persulla @ 5:11 pm
Tags: , , , , , , , , ,

…tacchi e tette. evviva l’italiano. in inglese l’allitterazione non funziona.

 

Village people febbraio 22, 2010

Filed under: Irish su Irish — persulla @ 5:11 pm
Tags: , , , , , , ,

…non si sentiva proprio come un luogo di villeggiatura.

era più come un residence al lago, dove gli inquilini sono sempre gli stessi.

ma…ruotano.

 

The end febbraio 21, 2010

Filed under: Irish su Irish — persulla @ 11:10 pm
Tags: , , , ,

…mi dicono “non resti a vedere la fine del film?”…

…”no.” rispondo “la fine è sempre così scontata. io vivo di inizi”

 

C’est la vie

Filed under: Irish sulla Società — persulla @ 2:09 pm
Tags: , , , , , ,

il mago della tv dove lavoro dice che “la vita è una dura lotta”.

bah. non ci vuole un mago per dirlo.

e, in ogni caso, credo la vita sia, più che una dura lotta, un terno al lotto.

 

Lullaby – Elisa gennaio 18, 2010

Filed under: Irish su Irish,Muzik — persulla @ 11:03 pm
Tags: , , , , ,

They call me Lullaby…

‘cause all I want and all I know is only to fly.

They call me Lullaby,

I’ve never seen their blood,

I’ve never seen that sparkle in their eyes,

I don’t know what’s hidden in their minds,

They call me lullaby.

One day I saw a man

Trying to wash away the dirt on his hands and the pain on his face,

When he saw me

He wished that he could cry,

And he called me Lullaby.

And first of all we were born to be free

And as far as I can see

There is one way this could be.

I’ve been told we were born to be free

And as far as I can see

There is one way this could be…

But they struggle and they fight,

They weep but they still try

Everything that they can,

Everything that they can,

And they call me Lullaby.

And they wish they would they have

Everything that they can,

Everything that they can,

And they call me Lullaby.

And so me…

I’ll fly, I’ll fly

Just like a lullaby,

Just like a lullaby

Until the day I’ll die.

Oh me…

I’ll fly, I’ll fly

Like a lullaby,

Like a lullaby,

Until the day I’ll die.

I’ll fly, I’ll fly, I’ll fly…