Irish 4 The People

le nuvole fra la testa

Del re che mangiò la regina aprile 5, 2010

Filed under: Irish sulla Società — persulla @ 12:59 am
Tags: , , , , ,

del re che mangiò la regina

 

Village people febbraio 22, 2010

Filed under: Irish su Irish — persulla @ 5:11 pm
Tags: , , , , , , ,

…non si sentiva proprio come un luogo di villeggiatura.

era più come un residence al lago, dove gli inquilini sono sempre gli stessi.

ma…ruotano.

 

The end febbraio 21, 2010

Filed under: Irish su Irish — persulla @ 11:10 pm
Tags: , , , ,

…mi dicono “non resti a vedere la fine del film?”…

…”no.” rispondo “la fine è sempre così scontata. io vivo di inizi”

 

…Patrizia.

Filed under: Cinema,Irish su Irish — persulla @ 6:42 pm
Tags: , , , , , ,

Libano: A’Patrì, mo’ m’hai rotto er cazzo. T’amo fatto na’proposta, devi dì sì o no.

Patrizia: Che succede se non mantengo l’accordo?

Libano: La cosa non è prevista.

Patrizia: Siete gli unici che non mi avete ancora chiesto di scoparvi. Come mai? Siete froci?

Freddo: Perché sei solo una puttana. E se non la smetti de fà la spiritosa, sei una puttana morta.

Libano: t’ha chiesto se vuoi la palazzina, te devi risponne: “Sì. La voglio. Grazie”. Hai capito mò? Allora?

 

Wait – The Beatles febbraio 20, 2010

Filed under: Irish su Irish — persulla @ 12:26 am
Tags: , , , , , ,

It’s been a long time
Now I’m coming back home
I’ve been away now
Oh how I’ve been alone
Wait till I come back to your side
We’ll forget the tears we’ve cried

But if your heart breaks
Don’t wait, turn me away
And if your heart’s strong
Hold on, I won’t delay
Wait till I come back to your side
We’ll forget the tears we’ve cried

I feel as though
You ought to know
That I’ve been good
As good as I can be
And if you do
I’ll trust in you
And know that you
Will wait for me

It’s been a long time
Now I’m coming back home
I’ve been away now
Oh how I’ve been alone
Wait till I come back to your side
We’ll forget the tears we’ve cried

I feel as though
You ought to know
That I’ve been good
As good as I can be
And if you do
I’ll trust in you
And know that you
Will wait for me

It’s been a long time
Now I’m coming back home
I’ve been away now
Oh how I’ve been alone
Wait till I come back to your side
We’ll forget the tears we’ve cried

It’s been a long time
Now I’m coming back home
I’ve been away now
Oh, how I’ve been alone

 

Cara Ti Amo – Elio e le storie tese febbraio 17, 2010

(…che, più che una canzone, è un MANUALE!!! )

Lui : Eravamo fidanzati, poooooi, tu mi hai lasciato, senza addurre motivazioni plausibili…

Lei: Noo…o….oooh..on e’ vero, tu non capisci l’universo femminile, la mia spiccata sensibilita’, si contrappone al tuo gretto materialismo maschilista…

…ciononostante…

Lui: Cara ti amo.
Lei: Mi sento confusa.
Lui: Cara ti amo !
Lei: Devo stare un po’ da sola.
Lui: Cara ti amo !
Lei: Esco appena da una storia di tre anni con un tipo.
Lui: Cara ti amo !
Lei: Non mi voglio sentire legata.
Lui: Cara ti amooooo !

Lui: Rimani in casa.
Lei: Voglio essere libera.
Lui: Esci pure con chi ti pare.
Lei: Non ti interessi mai di quello che faccio

Lui: Vorrei palparti le tette.
Lei: Porco !
Lui: Mai ti toccherei neanche con un fiore.
Lei: Finocchio !

Lui: Mi drogo, bestemmio, picchio i bambini e non ti cago.
Lei: Ti amo !
Lui: Mi faccio il culo quattordici ore di seguito per mantenerti e ti cago.
Lei: Ti lascio per un tossicomane che non fa un cazzo tutto il giorno, che bestemmia e picchia i bambini.

Lui: Mi metto il goldone…
Lei: Ho un desiderio di maternita’.
Lui: Ho un desiderio di paternita’.
Lei: Mettiti il goldone.

Lui: Cara ti amo.
Lei: Mi sento confusa.
Lui: Cara ti amo !
Lei: Devo stare un po’ da sola.
Lui: Cara ti amo !
Lei: Esco da una storia di tre anni con un tipo.
Lui: Cara ti amo !
Lei: Non mi voglio sentire legata.
Lui: Cara ti amooooo !

lui: Rimango in casa.
Lei: Mi opprimi.
Lui: Esco.
Lei: Questa casa non e’ un albergo.

Lui: Ti passo un cubetto di ghiaccio intinto nel Cointreau sulla pancia dopo di che ti scopo bendata.
Lei: Non sono una troia.
Lui: Allora in posizione canonica io sopra tu sotto?
Lei: Che palle !

Lui: Disse la vacca al mulo…
Lei: Oggi ti puzza il culo !
Lui: Disse il mulo alla vacca…
Lei: Ho appena fatto la cacca…

Lui: Cara ti amo.
Lei: Mi sento confusa.
Lui: Cara ti amo !
Lei: Devo stare un po’ da sola.
Lui: Cara ti amo !
Lei: Brrr.. esco da una storia di tre anni con un tipo.
Lui: Cara ti amo !
Lei: Non mi voglio sentire legata.
Lui: Cara ti amooooo!

Lui: Ed ora uniamo i nostri corpi nell’estasi suprema che e’ propria dell’idillio dell’amore.
Lei: No, perche’ quando avevo 13 anni mio cugino me l ‘ ha fatto vedere e da allora sono traumatizzata pero’ possiamo restare abbracciati tutta la notte senza fare niente, sara’ bellissimo lo stesso…
Lui:(te lo tronco nel culo)
Lei:(dai sii serio)

Lui: Usciresti con me domani sera.
Lei: Sono stanca forse ho gia’ un’ altro impegno.
lui: Beh, poco male cosi’ vedo i miei amici.
Lei: Sono libera.

Lui: Mettiamola sul sesso.
Lei: Ho bisogno d’affetto.
Lui: Mettiamola sull’affetto.
Lei: Chiaviamo.

Lui: Io sono come sono.
Lei: Cerca di cambiare.
Lui: Sono cambiato.
Lei: Non sei piu’ quello di una volta.

Lui: Tu mi appartienti.
Lei: L’ utero e’ mio !
Lui: Eccoti i soldi per la pelliccia.
Lei: Eccoti l ‘ utero !

Evviva l ‘ amoreeeee !!!

 

Venere – Carmen Consoli

Filed under: Irish su Irish — persulla @ 5:38 pm
Tags: , , , , , , , ,

Fortunatamente ho ancora il buon senso di mettermi in discussione
e faccio volentieri a meno dei tuoi manuali sull’autostima.

Fortunatamente da giorni è finita la lenta agonia dei tuoi fiori
e sto ancora rimettendo la nostra ultima cena romantica.

Triste annoiata e asciutta sarei la tua venere storpia.
Triste annoiata e asciutta sarei un’inutile preda.

Vedrai, vedraiche alla fine
uno squallido grazie lo avrai, lo avrai,
quel sorriso di circostanza
Vedrai …

Fortunatamente ho sempre il difetto di prendermi poco sul serio
e faccio volentieri a meno del tuo sesso pratico e del successo.

Triste, annoiata e asciutta sarei la tua venere storpia.
Io sarei un’inutile preda …

Vedrai, vedrai che alla fine
uno squallido grazie lo avrai, lo avrai,
quel sorriso di circostanza.
Vedrai … vedrai
che alla fine uno squallido grazie
lo avrai, lo avrai,
quel sorriso di circostanza.
Vedrai … vedrai …

Porto ancora addosso il fumo delle tue parole,
l’unica cosa che mi hai lasciato …

Triste, annoiata e asciutta sarei la tua venere storpia.